teatro comunale san teodoro

TROPPE NOTE, SIGNOR MOZART

Stagione 2017-18

sabato 03 febbraio

ore 21

Concerto sulle apparenti semplicità della perfezione
musiche di Mozart
Orchestra Sinfonica del Lario

“Troppe note! Signor Mozart”. Secondo la tradizione così si rivolse l’Imperatore Giuseppe II al compositore salisburghese dopo aver ascoltato Il Ratto dal Serraglio. Osservazione che, ancora oggi, continua a riproporre il problema della complessità della musica colta e la relazione delle opere d’arte con il valore della semplicità e della comprensibilità.
Ecco affacciarsi concetti del tutto relativi come “essenzialità”, “povertà e ricchezza”, “abbondanza”…
Da una parte troviamo Mozart, che esplora l’infinito e scenari sconosciuti, dall’altra Giuseppe II, che apprezza tutto quello che è riconducibile a ciò che rientra nel suo dominio. L’evoluzione dell’estetica musicale e degli stili compositivi non determina necessariamente una crescente complessità del linguaggio, certamente impone una tensione verso mete mai indagate, verso orizzonti inesplorati.
“Troppe note”: è l’obiezione di chi viene disorientato dalla complessità e dalle ambizioni della musica, eppure non si rifugia nella fruizione superficiale, nelle pigrizie auditive.
“Troppe note”, secondo la tradizione, provoca una risposta: ”Non una più del necessario”, vale a dire il minimo indispensabile.
Ecco forse un tratto distintivo, un effetto personale della musica di Mozart, il perfetto equilibrio fra grandezza ed essenza.