teatro comunale san teodoro

Concerto di Capodanno

martedì 01 gennaio

ore 16

 

 

concerto-di-natale

PROGRAMMA

Johann Strauss J. Strauss, Der Zigeunerbaron (Lo zingaro barone) – Ouverture

J. Strauss, Wein, Weib und Gesang (Vino, donne e canto), Op. 333

E. Waldteufel Leroy Anderson, Les Pa&neurs waltz, Op. 183

Leroy Anderson, Sandpaper (Carta vetrata)

J. Strauss, Fest-March, Op.452

J. Strauss, Leichtes Blut (A cuor leggero), Op. 319

C. Saint Saens, Romance, Op.37 per flauto e orchestra; Flauto solista Luca Russo

Josef Strauss, Jokey Polka, Op. 278

J. Strauss, Im Krapfenwaldl (Nel bosco di Krapfen), Op. 336

J. Strauss, Unter Donner und Blitz (So>o tuoni e fulmini), Op.324

Josef Strauss, Ohne Sorgen! (Senza preoccupazioni), Op.271

J. Strauss, Banditen galopp, Op.378

J. Strauss, An der schönen blauen Donau, Op.314

 

LUCA RUSSO

Nato a Milano nel 1971, compie gli studi musicali presso il Conservatorio della sua città natale, diplomandosi in Flauto traverso, Direzione d’orchestra e Composizione (con il massimo dei voti) e laureandosi successivamente in “Didattica della Musica” (sempre con il massimo dei voti). Segue i corsi di perfezionamento di Raymond Guiot a Nizza e di Peter-Lukas Graf a Sermoneta e a Biella (ancora il massimo dei voti), e partecipa a diversi concorsi (tra i quali ricordiamo un I° Premio al Con- corso Internazionale di Musica di Ispra nel 1994 e un II° Premio al Concorso Internazionale di Composizione “Città di Varese” nel 2004). La sua collaborazione con l’Albatros Ensemble porta le sue composizioni in importanti sale da concerto di tutto il mondo, dal Sud America alla Russia, fino in Cina. Nel 2007 pubblica “Sei Studi sulla respirazione circolare”, poi nel 2012 “Sonatina” per flauto e pianoforte (entrambi per Edizioni Musicali Sinfonica). Sempre nel 2012 collabora con Silvia Tuja e Mariateresa Lieti in “Leggere e improvvisare” (Collana Siem – Edizioni Musicali Carisch). L’incontro con il chitarri- sta Livio Gianola, che lo accosta al mondo del flamenco, sfocia in tours ed esibizioni nei più prestigiosi teatri del mondo, dalla Spagna al Giappone, collaborando con i più importan& ballerini del settore (Antonio Canales, Juan de Juan, Oscar de Los Rejes, Rafael Amargo, Lola Greco). Dirige stabilmente l’Orchestra Giovanile di Cantù, oltre ad aver diretto l’Orchestra Filarmonica di Bacau, l’Orchestra Sinfo- lario e l’Orchestra Sinfonica del Lario. Da diversi anni ormai, l’interesse per il bansuri lo avvicina sempre più allo studio della musica indiana, seguendo lezioni al corso di “Tradizioni musicali extraeuropee ad indirizzo indologico” del Conservatorio di Vicenza, ed intraprendendo viaggi in India, presso i Gurukul del Maestro Hariprasad Chaurasia a Mumbai e Bhubaneswar.

 

LAKE COMO PHILARMONIKER

Nasce da un sogno di creare un organico professionale, selezionato, in grado di diventare col tempo un testimonial d’eccezione del lago di Como e il sogno si materializza nel 2001, quando nasce ufficialmente “Sinfolario Orchestra”. Nel corso degli anni l’orchestra si è esibita in numerosi teatri, dapprima del Nord Italia, poi via via in tutta Italia sino ad essere invitata anche in Europa. Peculiarità dell’orchestra sta proprio nella sua natura versatile, e per questa ragione tutt’oggi viene sovente richiesta per il repertorio lirico, sinfonico, colonne sonore, e persino musica leggera. Debutta nel 2001 con la produzione dell’opera Nabucco di G.Verdi, e nello stesso anno viene invitata ad eseguire La traviata sempre di Verdi. La sua prima tournée viene promossa in Francia nel 2005 e nell’anno successivo la seconda tournée con la produzione di Tosca di G.Puccini a Lucerna. Da ricordare quella nel 2009, che ha visto l’orchestra impegnata con successo nel Fes&val Italiano che si è svolto in Barhein negli Emirati Arabi. La fitta collaborazione con il Coro “Città di Como” l’ha vista protagonista anche di molti capolavori di musica sacra. Nel campo dell’operetta ha debuttato nel 2002 in prima nazionale con l’esecuzione de La vedova allegra di F.Lehar. Grazie all’incredibile successo di quest’ultimo progetto, l’orchestra è stata invitata a eseguire il gran galà nel 2002 presso il prestigioso Teatro dal Verme di Milano. Dal 2007 al 2009 l’orchestra è stata chiamata al Teatro Derby di Milano e al Teatro Ciak per accompagnare le opere liriche in cartellone e co-prodotte con il Teatro dell’Opera di Milano. Da menzionare il riscontro di pubblico e critica per l’organizzazione del Festival “Bellano Lirica” sul lago di Como. Dal 2007 al 2010 è stata scritturata dal Comune di Milano per le stagioni es&ve d’opera, tenute presso il Castello Sforzesco. Dal Settembre 2008 ha inaugurato la sua prima stagione ufficiale nella Città di Lecco. Dal 2009 la Regione Lombardia e il programma di cooperazione transfron- taliera Italia-Svizzera, ha finanziato l’orchestra per un progetto terminato nel 2011, con l’esecuzione di ben 48 concerti di musica sacra nella provincia di Lecco, Como e in Svizzera. Nel 2014 l’orchestra viene ribattezzata “Lake Como Philamroniker”. Nel marzo 2015 ha partecipato al “Grand Prix dell’Opera” presso il prestigioso Teatro Regio di Parma, ottenendo unanimi consensi di pubblico e critica di settore. Si è esibita al Teatro Arcimboldi di Milano, Villa Erba di Cernobbio e al Teatro Comunale di Varese con Davide Van De Sfroos, unendo la classica al folk. Ideatore e fondatore è il Maestro Roberto Gianola, nominato da alcuni anni Direttore principale al Teatro dell’Opera di Istanbul, e che ciò nonostante porta avanti con determinazione.