teatro comunale san teodoro

Il Tibet a Cantù

domenica 09 dicembre

ore 15

con 7 monaci tibetani

tibet-a-cantu

Un viaggio alla scoperta della cultura millenaria del popolo delle nevi con lo spettacolo di danze tradizionali tibetane e mercatino di artigianato tibetano, degustazioni e attività

 

Domenica 9 dicembre il Teatro San Teodoro di Cantù ospiterà una giornata dedicata alla cultura tibetana e alle sue antiche e affascinanti tradizioni.
Un gruppo di monaci tibetani, impegnato in tournée europea, porterà a teatro uno spettacolo tradizionale di antichi suoni, canti e danze.
I 7 monaci provengono dal Monastero di Sera Jhe, uno dei grandi Monasteri ricostruiti da Sua Santità il Dalai Lama nel Sud dell’India dopo la fuga dal Tibet.
Adorni di vivaci e sontuosi costumi, maschere e cappelli, i monaci propongono un suggestivo spaccato della cultura e delle tradizioni tibetane.  Tra canti e suoni di strumenti musicali tradizionali, i monaci accompagneranno il pubblico alla scoperta del colorato mosaico dell’arte delle danze nella spiritualità buddhista.

Con l’accompagnamento dal vivo di tamburi, campane, cembali chitarre e trombe, verranno messe in scena coreografie che narrano antiche leggende ed eventi storici, oppure raccontano la vita di animali reali e mitologici.
Le danze sono precedute da una preghiera di benedizione . Durante lo spettacolo i monaci, modulando la voce, troveranno profondità gutturali uniche, recitando i “mantra” rituali che parlano di pace, amore, felicità. La gestualità è semplice e ieratica al tempo stesso: dietro ad ogni movimento, anche il più semplice, si intuisce un significato simbolico.  Spettacolo e spiritualità si mescolano senza soluzione di continuità, coinvolgendo e affascinando gli spettatori e accompagnandoli alla scoperta di un messaggio di pace per tutti gli esseri viventi.
Sarà dunque l’occasione per scoprire da vicino il fascino e la dimensione non solo spirituale di una cultura lontana che ha saputo attrarre l’interesse e la simpatia del mondo occidentale, grazie alla sua autenticità ed energia.

L’evento sarà accompagnato da una serie di ingredienti pensati per raccontare anche altri aspetti della cultura tibetana, dall’artigianato alla calligrafia, dal momento di meditazione guidata all’aperitivo con degustazione.

Il mercatino di artigianato, operativo dal pomeriggio per tutta la durata dell’evento, sarà accompagnato dall’esposizione di fotografie ed arte tibetana, oltre ad un angolo libreria.

Si tratta dunque di un momento di preziosa scoperta culturale unito alla possibilità di acquistare dei regali natalizi equo-solidali, il cui intero ricavato andrà a sostenere il progetto di costruzione e sostentamento di una scuola ostello per piccoli orfani, portato avanti dal 1979 dell’Istituto Ngari, Institute of Buddhist Dialectics, di cui fanno parte i monaci.

 

Il progetto, approvato dal Dalai Lama, da anni raccoglie fondi per la garantire un’educazione moderna, oltre alla conoscenza della propria tradizione e del buddhismo tibetano agli orfani ed ai bambini di famiglie molto povere provenienti dalla regione del Ladak.  Fino ad oggi sono state completate le camere per i bambini e i monaci, la biblioteca, l’edificio delle classi primarie, una foresteria e una piccola piantagione di alberi da frutta, ospitando stabilmente 60 piccoli studenti.

Il tour  italiano dello spettacolo è organizzato dal Ghe Pel Ling, Istituto Studi di Buddhismo Tibetano di Milano, attivo dal 1978 sotto la Guida spirituale del Dalai Lama.  L’istituto promuove lo studio e la pratica degli insegnamenti buddhisti,  con un’attività continuativa tra corsi, seminari, dibattiti, conferenze, ritiri spirituali e cerimonie, oltre a promuovere ed organizzare eventi culturali come i tour di danze dei monaci con lo scopo di raccogliere fondi a favore dei monasteri.

 

_____________________

 

PROGRAMMA DELLE GIORNATA

Dalle 15.00: ingresso gratuito al mercatino tibetano, meditazioni e degustazione di the tibetano.

Dalle 21.30: spettacolo di danze e canti dei monaci tibetani