teatro comunale san teodoro

FOLLIA

Sold out!

Stagione 2017-18

sabato 20 gennaio

ore 21

ideazione progetto, testo e regia Giacomo Puzzo
coreografie e aiuto regia Francesca Cervellino
interpreti Attori della Compagnia Teatrale Trebisonda,

partecipanti ai workshop, operatori e utenti dei servizi di psichiatria

del territorio

con la collaborazione e la partecipazione di
Stefano Annoni, Elisa Carnelli, Marco Belcastro e Davide Marranchelli
musiche dal vivo

Vittorio Vanini – Pianoforte
Marco Melis – Sax
Flavio Vanini – tromba e chitarra elettrica
Franco Pandolfo – basso elettrico
costumi a cura dei laboratori creativi del S. Martino di Como
foto Claire Wymer

età consigliata dai 14 anni in su – durata 75′

LA STORIA
Il progetto, promosso dalla Compagnia teatrale Circolo Arci Trebisonda ha ricevuto da subito il sostegno e la collaborazione del Teatro San Teodoro, l’adesione ufficiale del Dipartimento di Salute Mentale di Trieste, il patrocinio dell’ASST Lariana e dell’Associazione Asvap.

Nelle sue diversi fasi di lavorazione ha coinvolto attivamente circa 100 persone: i giovani attori dell’Associazione Trebisonda, operatori e utenti partecipanti al laboratorio teatrale nato dalla collaborazione con il dipartimento di salute mentale dell’ASST Lariana, insegnanti e studenti provenienti da diverse Scuole Superiori di Como, il coro Schiacciavoci, i privati cittadini che hanno aderito ai workshop proposti a teatro nel periodo tra febbraio e maggio 2017 e i numerosi professionisti dello spettacolo che hanno accettato la sfida con generosità ed entusiasmo – Antonello Rizzella, Davide Marranchelli, Elisa Carnelli, Francesca Cervellino, Marco Belcastro, Simona Pagnoni, Stefano Annoni, Vittorio Liberti -.
Dopo più di un anno di lavoro possiamo presentare Follia: “A quaranta anni dalla promulgazione della Legge 180/78 ho sentito l’urgenza di uno spettacolo che rappresentasse l’occasione per un laboratorio culturale attivo, un percorso di riflessione, di confronto, di condivisione.
Per questo ho voluto che la sua lavorazione fosse aperta a tutti: a quelli che perennemente stanno sulla soglia del confine tra normalità e devianza; a quelli che a quel confine non hanno mai pensato e anche a quelli che lo hanno varcato da tempo.
Uno spettacolo dal forte impatto emotivo sia per i suoi interpreti sia per gli spettatori, che accompagna sul sentiero della comprensione della sofferenza psichica ricostruendo anche la storia della psichiatria e dell’antipsichiatria in Italia. Uno spettacolo che ha anche l’ambizione di offrire qualche spunto di riflessione, dove la psichiatria diventa il naturale pretesto, la punta dell’iceberg, la cartina tornasole con cui saggiare lo stato di salute della nostra società.

 

LA COMPAGNIA
La compagnia teatrale Circolo Arci Trebisonda nasce nel 2015 dalla voglia di condivisione di un gruppo di giovani che da anni sperimentano e praticano teatro.
Tutti i campi in cui si manifestano esperienze culturali di ricerca e innovazione artistica o contro ogni forma di ignoranza, intolleranza, violenza, censura, ingiustizia, discriminazione, razzismo, emarginazione, sono potenziali ambiti di azione e ricerca teatrale della Compagnia.